Top ten delle morti più stupide: i Darwin Awards

I Darwin Award sono dei riconoscimenti, non proprio lusinghieri, che vengono assegnati alle persone che migliorano il pool genetico umano “rimuovendosi da esso con azioni particolarmente stupide”. Per saperne di più è possibile consultare la seguente pagina di wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Darwin_Awards

Girando per il web, ne abbiamo selezionate dieci assolutamente incredibili, la top ten delle “morti assolutamente stupide”.


10. Le montagne russe

Un insegnante di 45 anni di nome James era al parco divertimenti Cedar Point in Ohio. L’uomo aveva deciso di fare un giro sulle montagne russe. Durante il tragitto, visto che l’uomo non aveva svuotato le tasche, il suo telefono e altri oggetti personali che aveva in tasca durante il giro erano caduti sotto i binari.
Al termine della corsa, senza comunicare nulla agli impiegati che gestivano la corsa, aveva deciso di saltare oltre il recinto in un’area riservata per riprendere le sue cose. Saltò giù sui binari… mentre le montagne russe erano ancora in funzione. Ci sono voluti circa 30 minuti per arrivare i paramedici, ma ormai era già troppo tardi.



9. L’uomo dai poteri mistici

Nel 2015, uno stregone dello Zimbabwe di nome Shamiso ha affermato di essere dotato dei poteri di Dio per guarire le persone. Quindi, quando cinque uomini della sua città chiesero il suo aiuto per curare una malattia misteriosa che stava affliggendo le loro famiglie, gli ordinò di seppellirlo vivo, perché lo avrebbe aiutato ad assorbire più potere dalla terra.
Kanyama aiutò i 5 uomini a scavare la propria tomba e si stese a faccia in giù, senza bara. Ordinò agli uomini di seppellirlo e di tirarlo fuori dopo che fosse trascorso abbastanza tempo. Ovviamente, quando lo hanno riportato alla luce il corpo, il pastore era morto.
Nonostante il fatto che più testimoni fossero lì per confermare la storia, i 5 uomini che hanno seppellito vivo Kanyama sono stati accusati dell’omicidio del pastore.


8. Tuffo da principiante


Nel tentativo apparente di impressionare un gruppo di adolescenti, un uomo del Galles (di cui non viene rivelato il nome) si era tuffato da una scogliera di 35 metri nell’acqua.
Se fatto correttamente, per quanto pericolosa, quest’azione non è da considerarsi mortale, ma sembra che l’uomo abbia avuto zero precedenti esperienze di questo tipo.
Fu messo a terra incosciente dall’acqua e, sebbene gli adolescenti scesero e lo pescarono, fu proclamato morto all’arrivo in ospedale. Inutile dire che gli adolescenti non sono rimasti colpiti dall’acrobazia.


7. Jetski sul Niagara

Nel 1995, un temerario particolarmente audace di nome Robert decise di tentare qualcosa che nessuno aveva mai fatto prima: cavalcare col suo jetski le Cascate del Niagara.
Un’azione del genere poteva sembrare completamente stupida, ma Robert aveva fatto un po’ di pianificazione. Aveva dotato il suo jetski di un razzo e aveva con sé un paracadute.
L’idea era di avviare il booster nel momento in cui raggiungeva l’apice delle cascate, aprendo il paracadute e scivolando in salvo nell’acqua sottostante.
Purtroppo Robert non è riuscito a tenere conto di un elemento cruciale: il fatto che l’acqua rende umide le cose.
Mentre si precipitava verso le cascate e premeva il pulsante, il suo razzo completamente imbevuto non si accendeva. Arrivato al limite, provò ad aprire almeno il suo paracadute, ma questo non era a prova d’acqua e non riuscì ad aprirsi.



6. rubare e andarsi a schiantare

Nel 2008 David, 46 anni, era in vacanza in Italia con un gruppo di amici.
Una sera, dopo aver bevuto qualche birra, lui e i suoi amici avevano deciso di rubare un paracolpi protettivo che copriva uno dei piloni di metallo della funivia e di usarlo come slitta.
Detto fatto e gli amici si erano arrampicati su per la collina per poi lanciarsi col paraurti a tutta velocità. Ironia della sorte, gli amici sono andati a sbattere proprio contro il pilone a cui avevano sottratto il paracolpi protettivo, causando la morte istantanea di David.


5. L’ultima sigaretta

Nel 2012, un uomo di nome Gary stava a casa di un amico per una festa nella Carolina del Nord. Individuato un barattolo di salsa con un misterioso liquido dorato, l’uomo aveva deciso di bere un sorso di quello che credeva fosse un normalissimo drink. Tuttavia, il barattolo era pieno di benzina che l’amico aveva usato per pulire il grasso. Mentre gli amici facevano una bella risata, Banning aveva sputato fuori la benzina, bagnandosi completamente gli abiti.
A questo punto, Gary aveva tirato fuori l’accendino per fumare una sigaretta. La benzina sui suoi vestiti e sulla bocca si era naturalmente incendiata, causandone la morte.


4. Lancio con l’elastico fatto in casa

Nel 1997, la polizia di Reston, in Virginia, ha rilasciato una dichiarazione in cui affermava di aver trovato il corpo del 22enne Eric, che apparentemente era morto nel tentativo di fare del bungee jumping da un ponte di 30 metri.
Evitando di fare affidamento ad un professionista del settore, Eric aveva deciso di costruire un elastico fai-da-te con cui lanciarsi.
Aveva così realizzato un elastico poco più corto di 30 metri, in modo da fermarsi un attimo prima di toccare l’acqua.
Naturalmente, ciò che Eric aveva dimenticato era che le corde elastiche si allungano, finendo con lo schiantarsi nelle acque sottostanti…



3. Un vero uomo

Nel 1997, secondo i Darwin Awards, Wayne Roth di Pittston, in Pennsylvania, fu morso da un cobra appartenente al suo amico Roger.
“Non ho bisogno di andare in ospedale” sembra che abbia affermato Wayne. “Sono un uomo. Posso farcela.”
Invece, su suggerimento di Wayne, la coppia si è diretta in un pub. Lì dimostrò che uomo era bevendo diverse pinte di birra, vantandosi del morso e morendo prontamente circa un’ora dopo.
Ciò che Wayne ignorava è che il veleno di Cobra è una tossina ad azione lenta che impiega diverse ore per attaccare il sistema nervoso centrale.


2. Il furgone senza freni

Nel 2001, apparve sulla South Idaho Press una storia che descriveva la morte di un uomo di nome Marco, che aveva guidato un furgone al cui interno c’erano alcuni suoi amici sulla montagna quando i freni si erano rotti.
In una manovra davvero “eroica”, Marco era balzato fuori dal veicolo in movimento prima che raggiungesse la cima, senza avvisare i suoi amici del problema al furgone.
Per fortuna, uno degli altri passeggeri aveva fermato il furgone in tempo.
Andati alla ricerca di Marco, gli amici avevano scoperto che questi aveva calcolato male il salto per mettersi in salvo ed era morto, avendo colpito la testa sul marciapiede, uccidendosi.


1. La vetrata infrangibile

Nel 1993, un avvocato di nome Garry stava lavorando al 24 ° piano del TD Center di Toronto, in Canada, per lo studio legale Holden Day Wilson. Le finestre nell’edificio erano famose per essere infrangibili, e Garry amava scherzare su questa cosa, gettandosi contro il vetro per dimostrarlo.
Un gruppo di studenti di giurisprudenza stava visitando lo studio un giorno durante un tour, quando l’avvocato decise di dare una potente spallata contro la finestra. Quel giorno, tuttavia, non doveva aver dosato la propria forza, perché il vetro saltò fuori dalla cornice della finestra. Aveva ragione: non si è rotto, ma ha continuato a precipitare giù per 24 storie fino alla sua morte.
Questa storia è diventata così famosa che è stata descritta negli spettacoli TV Mythbusters e 1,000 Ways to Die. È stato anche presentato in un film chiamato appropriatamente Darwin Awards.



Lascia un commento